Esselunga sottoscrive il patto per la sicurezza

Esselunga sottoscrive il patto per la sicurezza

13 novembre 2003

Giovedì 13 novembre 2003: Esselunga sottoscrive il “Patto per la sicurezza e la qualità alimentare in Lombardia” promosso dalla Regione

Esselunga da anni è impegnata nel controllo delle filiere dei propri prodotti a marchio

Milano, 13 novembre 2003– Esselunga, in qualità di soggetto della filiera agroalimentare, firmerà oggi, insieme alle altre aziende agricole, ai produttori e ai distributori coinvolti, l’accordo di programma quadro con la Regione Lombardia:“Patto per la sicurezza e la qualità alimentare in Lombardia”.

Di fronte a un consumatore-cittadino, che chiede in materia alimentare serie garanzie a tutti i protagonisti della filiera, la Commissione europea ha emanato il Regolamento 178/02 focalizzato sull’attenzione alla rintracciabilità nella filiera. Gli Assessorati all’Agricoltura, alla Sanità e al Commercio della Regione Lombardia, al fine di dare un contributo concreto per la messa a regime di un sistema unitario di collaborazione e garanzia, hanno promosso dunque la sottoscrizione a cui anche Esselunga aderisce. L’accordo vuole stimolare tutti i soggetti della filiera ad uscire dal particolarismo dell’interesse individuale per contribuire alla costituzione di un “sistema sicuro”rendendo disponibili tutte le informazioni del casogarantendo un rapporto di collaborazione costante fra il pubblico e il privato.

Esselunga da anni è impegnata nel fornire il suo contributo alla ricerca di un’alimentazione sempre più naturale, rispettosa dell’ambiente e dei consumatori. Uno dei punti di forza è proprio il sistema di qualità dell’Azienda che esercita un controllo diretto delle filiere e analizza tutti i prodotti venduti, avvalendosi anche di laboratori esterni, oltre ad effettuare visite periodiche presso tutte le strutture produttive. C’è una continua selezione e un’attenta validazione dei fornitori, legati a precisi capitolati e contratti di fornitura.

“La necessità di rassicurare i consumatori in seguito all’insorgere delle prime crisi alimentari, di soddisfare la crescente richiesta di un cliente sempre più attento all’ambiente e alla propria salute che richiedeva maggiori garanzie sugli ingredienti e sulla provenienza dei prodotti, di rispondere alle nuove esigenze e bisogni del consumatore in seguito al mutamento degli stili di vita, nonché l’opportunità di colmare la carenza esistente nel mercato, sono le principali motivazioni che hanno portato Esselunga in questi anni a sviluppare le linee di prodotti Naturama ed Esselunga Bio”afferma Salvatore Ranchetti Direttore Assicurazione Qualità dell’Azienda.

I prodotti Esselunga Naturama - filiera controllata e rintracciabilità peruna linea che comprende uova, carne, pesce, frutta e verdura - si basano sul rispetto dei Disciplinari Esselunga e provengono da un sistema organizzato definito Filiera Controllata:

Le aziende si impegnano a rispettare sia precise regole tecniche di coltivazione, allevamento e lavorazione, basate sul principio di minor uso possibile di sostanze non naturali, sia le buone pratiche di produzione.

Ogni fase del processo produttivo è programmata e documentata e le materie prime utilizzate sono controllate e codificate.

Il meccanismo di codifica, chiamato rintracciabilità, consente di risalire ad ogni singolo componente di ogni prodotto e di ricostruirne la storia.Inoltre, le aziende accettano di sottoporsi ai controlli di Esselunga, che si impegna a verificare costantemente il rispetto del Disciplinare attraverso i suoi tecnici del Controllo Qualità.

Le linee guida alla base dei prodotti Esselunga Bio sono innumerevoli:

I prodotti Esselunga Bio sono di qualità eccellente

Le garanzie offerte ai consumatori sono superiori a quelle richieste per legge; vengono dunque effettuati rigidi controlli sull’intera filiera e sul prodotto finito

Il marchio è unico e trasmette naturalità in modo gioioso

I prezzi sono competitivi rispetto alla qualità offerta

I fornitori sono “sicuri” e in grado di impegnarsi su progetti a lungo periodo

Non solo: Esselunga ha applicato alla fine del 2000 un innovativo sistema automatico di etichettatura delle carni, prima del termine fissato dalle direttive del Ministero delle Politiche Agricole. A partire da quest’anno la stessa cosa è accaduta anche per il pesce. Si tratta di sistemi di tracciabilità - che hanno richiesto lo sviluppo di nuovi mezzi hardware e software da applicare nei centri di distribuzione e nelle macellerie e pescherie dei punti vendita. L’adozione di un codice a barre alfanumerico bidimensionale permette il passaggio dell’informazione in ogni fase del processo distributivo e di confezionamento.

L’ultimo progetto realizzato con riguardo alle filiere troverà prossimamente applicazione presso i banchi di vendita di frutta e verdura biologiche presenti nei punti vendita della catena: un totem computerizzato consentirà al cliente - dopo aver passato sotto un lettore ottico il codice a barre presente sui prodotti Esselunga Bio confezionati - di prendere visione di tutte le informazioni legate al prodotto dalla provenienza alle certificazioni.

Errore

Servizi momentaneamente non disponibili

OK

OK

Copyright © 2016 Esselunga S.p.A. Tutti i diritti riservati - P.Iva: 04916380159