Esselunga e Fondazione Serena ONLUS

Esselunga e Fondazione Serena ONLUS

16 ottobre 2009

Il Centro Clinico NEMO di Fondazione Serena ONLUS, la prima struttura ad occuparsi in via esclusiva, in Italia, di patologie neuromuscolari e del sostegno ai pazienti e alle loro famiglie e operativo presso l’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano, dal 19 ottobre prossimo sarà il nuovo partner della prima grande catena di supermercati, sorta in Italia nel 1957:ESSELUNGA. La collaborazione, che si protrarrà fino al 17 aprile del 2010, si inserisce nell’ambito del Programma Fìdaty che da molti anni ormai caratterizza l’impegno e l’attenzione della nota catena verso i propri clienti più “affezionati”. Presente in Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto e Liguria, ESSELUNGA - per il prossimo semestre - attraverso il Catalogo Fìdaty dà la possibilità ai suoi clienti di offrire 500 punti Fìdaty a fronte dei quali la catena devolverà a Fondazione Serena per il Centro Clinico NEMO una somma di 10 euro.

Perché

Dal 28 gennaio 2008 al 31 agosto 2009 NEMO ha offerto i propri servizi a oltre 2200 malati, di cui il 10% ha meno di 18 anni. A questi bambini e ragazzi, che sono circa 120 all’anno, sono riservati 4 dei 20 posti letto in degenza. Gli stessi, tuttavia, al momento non hanno all’interno del Centro uno spazio a loro riservato, di cui specifiche esigenze legate all’età e alcune peculiarità della malattia hanno fatto nascere l’esigenza.

Cosa

Il Centro Clinico NEMO si doterà, nel corso del prossimo anno, di un’area dedicata proprio ai più giovani. «E qui - spiegaElena Zanella, direttore Comunicazione e Raccolta Fondi per Fondazione Serena - si inserisce la preziosa partnership tra NEMO ed ESSELUNGA, nell’ambito della quale la generosità dei clienti che aderiranno alla campagna Fìdaty potrà andare a contribuire alla ristrutturazione e all’arredamento dell’area dedicata all’età evolutiva che prevede, al suo interno, uno spazio gioco-scuola, una piccola palestra, un’area finalizzata alla socializzazione e una dedicata agli specialisti in neuropsichiatria infantile di NEMO».

Come

I 10 euro che ESSELUNGA devolverà a Fondazione Serena a fronte della donazione di 500 punti da parte del cliente corrispondono a un valore stimato di 10 centimetri x 10 delle nuove aree. «Questo significa - conclude Zanella - che ciascun donatore poserà virtualmente una mattonella dell’area dedicata all’infanzia. Mattonella che nel tempo diventerà anche reale. Allo stesso donatore, verrà consegnato un astuccio con 12 matite colorate e un pieghevole con le informazioni sul progetto. Al suo interno vi è uno spazio bianco di 10 centimetri x 10 da riempire liberamente con disegni, frasi o altro e da inviare, poi, a Fondazione Serena. Una volta raccolti tutti i talloncini, questi verranno incollati su una parete della nuova area per l’età evolutiva che prenderà il nome di Muro del Donatore».

Dove

Negli oltre 100 punti vendita ESSELUNGA di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna, ad esclusione della Toscana e della Liguria.

 

Un grazie da Fondazione Serena ONLUS

È dovuto a Multijob che, da sempre, offre pro-bono la propria attività creativa.

Al Lions Club Milano Galleria, promotore e collaboratore attivo dell’iniziativa.

Ai bimbi Matilde e Roberto per essersi scoperti testimonial di eccellenza e ai loro genitori Sara e Renato.

A ESSELUNGA per aver creduto nella causa del Centro Clinico NEMO.

Errore

Servizi momentaneamente non disponibili

OK

OK

Copyright © 2016 Esselunga S.p.A. Tutti i diritti riservati - P.Iva: 04916380159