Da noi

VACANZE DA NOI

IL MEGLIO DELL’ESTATE

Questo numero è un po’ un viaggio, una vacanza in anteprima che speriamo evochi in voi i sapori e le sensazioni che hanno caratterizzato le diverse sessioni di scatto. A partire dagli assaggi di casa nostra, con “Il meglio dell'estate” che esalta i profumi e i colori del sole e del mare: meloni, pomodori, verdurine freschissime e tanto pesce. Tutti piatti semplici e leggeri da assaporare all’aperto come faremmo in un ristorantino italiano di quelli che punteggiano un po’ ovunque i nostri litorali.

l Menu, invece, ci porta in Provenza, le sfumature si fanno polverose, la palette intensa del mare cede il passo a quella pastello che pervade anche le pietanze con la sua dolce nuance lavanda. Assaggiate questa essenza dal primo al dolce, immaginando un contesto sognante come quello dei giardini de La Madone, la bellissima chambre d’hôtes che ha ospitato questo nostro pranzo provenzale. Per il dolce, invece, andiamo più lontano, cerchiamo i colori caldi del Marocco, i riverberi d’oro e d’argento che giocano con una pasticceria semplice ma anch’essa profumata di agrumi e di rose. E se non avete in programma una vacanza in un bel Riad di Marrakesh, come quello che ha accolto il nostro speciale momento di relax, potete comunque provare a casa i dolci che vi proponiamo accompagnandoli con un semplice quanto evocativo tè alla menta.

Infine, con i bambini torniamo al mare e ne esploriamo gli abissi con Nemo e Dory, poi, insieme a loro, sguazziamo tra Cake Pops blu e arancioni e tra spumosi Cupcakes, senza farci mancare una bella torta per festeggiare un compleanno estivo. Le idee non mancano, quindi, per mettersi a tavola anche in estate, con la speranza che, tra un aperitivo e un gelato dal gusto originale, ci sia anche tanto spazio per la buona compagnia e il relax.

Primo mare

Festeggiamo sulla spiaggia

Il Menu di questo numero ci porta al mare, un mare ancora semi deserto e silenzioso, lungo il quale possiamo allestire il nostro gazebo e cominciare ad assaporare l’estate. I primi, colorati cocktails, un centrotavola di succosa frutta esotica che ammicca dalle alzate trasparenti, dessert decorati con croccanti fiori di ananas e insalate che mixano il sapore dolce della frutta a quello delicato del pesce.

Non mancano profumati sorbetti e richiami a spiagge da sogno, con tanto di fiori, sfondi di frutti tropicali e grandi foglie che, con il loro verde brillante, sostituiscono le comuni tovagliette. Un Menu che ci piacerebbe facesse da spunto per una vostra occasione speciale da festeggiare sulla spiaggia, magari con tanto di piccolo falò o fiaccole e con tutti gli invitati in abiti leggerissimi, impalpabili.

Pronti per un tuffo di mezzanotte! L’idea vi stuzzica? Arricchitela, prendendo ispirazioni anche dagli altri servizi di questo numero: aggiungete qualche antipasto scegliendolo tra i piatti proposti ne “Il meglio di Giugno”, oppure aumentate le portate dolci, introducendo le velocissime Tatin all ’ananas di pagina 20. E se ci sono i bimbi, divertitevi a stupirli con le macedonie in tema Angry Birds. Veloci, simpatiche e coloratissime: sono perfette per una prima puntatina al mare. Che ne dite?

UN TE’ MOLTO SPECIALE

Il fil rouge per una giornata di festa.

Nel mese tradizionalmente legato al ricevere abbiamo voluto dedicare un ampio spazio al mondo del tè, non solo perché questo rito merita di essere approfondito e valorizzato, ma perché ci sembra un’idea interessante e molto originale quella di utilizzare proprio il tè come fil rouge per una giornata speciale.

Sedersi intorno a un piccolo tavolo imbandito con cura, degustare una selezione di tè in compagnia di pochi, sceltissimi amici, accompagnando il tutto con qualche raffinato assaggio dolce e salato, può infatti essere un’alternativa a lunghi ricevimenti o banchetti. Che si tratti di una laurea, di un baby shower o di un pomeriggio tra amiche, lasciatevi sorprendere dai tanti, deliziosi assaggi che possono accompagnare una tazza di tè profumato.

E per coinvolgere anche i piccoli di casa, correte subito in fondo al giornale, dove trovate un altro Tea Party, ma un po’ più... strampalato! Su questa tavola invasa dalla vegetazione, il tè è servito in tazze spaiate, gli invitati sono tutti tipi buffi e i dolci... interpretano una fiaba meravigliosa. Sì, siete proprio nel Paese di Alice! Un po’ pazzo, meraviglioso, incredibile e smisurato, ma anche divertente e goloso. Ma cosa ci facciamo intorno a questa curiosa tavola? Festeggiamo una nascita, un Battesimo o... un buon “non-compleanno”! E tra un dolce e un biscottino, ci tuffiamo tutti, grandi e bambini, in un mondo colmo di fantasia!

Il bello di mangiare “senza”…

Inventate il “vostro” Altro Stile.

Sono sempre di più i marchi che propongono prodotti senza lattosio, privi di glutine o completamente vegetali, così cresce anche la voglia di sperimentare in cucina, magari reinventando i grandi classici, introducendo cibi energetici o provando ingredienti nuovi o rivalutati, come le alghe, la soia, le bacche di Goji, solo per citarne qualcuno.

Per guidarvi nella scoperta di questo assortimento e sostenervi nell’accostarvi a un nuovo modo alimentare, nasce questo speciale Altri Stili. Il mondo Light, Senza Glutine e Vegano rappresentano già uno dei “cuori” del nostro mensile, sul quale trovate sempre menu adatti a chi per le ragioni più diverse ha cambiato dieta, ma con l’arrivo della bella stagione, in sintonia con la voglia generale di rimettere in forma corpo e mente, abbiamo messo a punto questa speciale raccolta di ispirazioni in cucina.

Intanto, lasciatevi conquistare dal colore e dalla consistenza di succhi, ciotole energetiche e piatti deliziosi e pieni di natura che sostengono il nostro pensiero di fondo: “mangiare senza” non significa (almeno non più) sedersi a una tavola triste, incolore e povera di gusto. Tra le pagine scoprirete, infatti, che anche in cucina il meno può diventare più, in termini di sapore, energia, nutrienti e... fantasia! Allora, non indugiate, è tempo di inventare... il vostro “Altro Stile”.

Cambio di stagione

All’insegna della leggerezza in vista dell’estate.

Nell’immaginario collettivo, ma soprattutto nei ricordi di ognuno, Aprile è il mese del cambio di stagione. Bellissimi quei giorni di scuola, in cui si aprivano le finestre dopo un lungo inverno per far entrare i primi tepori e la luce limpida del mattino, e quando le calze pesanti lasciavano il posto ai calzini corti. Anche in casa, Aprile è il mese del guardaroba che cambia, dei terrazzi che si rianimano di giovani piantine, dei plaid che fanno spazio al lino e al cotone.

Ebbene, anche frigo e dispensa sono pronti per il cambio di stagione: nei “piani bassi” riserviamo tanto spazio a frutta e verdura: carciofi, asparagi, piselli e fave sono i benvenuti, così come fragole e frutti di bosco, che diventano i protagonisti di una Sweet Table deliziosa, dedicata al bosco e alle fate. All’insegna della leggerezza (anche in fatto di mise en place) il menu che, per l’occasione, abbiamo presentato in una bella casa di charme francese, e l’aperitivo per il quale ci siamo spinti nell’angolo più riparato del giardino, apparecchiando con piattini e cloche che fanno da lente di ingrandimento a raffinati bocconcini, spiedini e polpettine.

Un’idea, quest’ultima, che potete replicare servendo le vostre mise en bouche anche in tazzine spaiate e piattini di recupero, purchè siano belli e vintage (cercateli nei mercatini che tornano numerosi nei weekend di primavera). Provate il piacere che i popoli orientali conoscono da sempre: servire cibi salutari in piatti minuscoli e ciotoline, curando la presentazione, le proporzioni e lo stile. E con un occhio alle quantità, per iniziare in bellezza e senza rimorsi il conto alla rovescia in vista dell’estate!

Nuances marzoline

Primavera e il menù di Pasqua.

La delicatezza di un primo ranuncolo bianco, una manciata di uova di cioccolato e zucchero nei toni pastello, la morbida dolcezza di una Pavlova dalle nuances confetto: queste le prime, soffuse sfumature di Primavera che corrono come un timido pennello lungo le pagine del vostro Da noi. Si soffermano con note rosa cipria e verdolino sulle ricette del mese (protagonisti porri e cipolle rosse), tornano più candide nel Menu Esselunga e disegnano i primi boccioli in quello di Pasqua che, quest'anno, abbiamo voluto semplice e raffinato, proponendo le nostre alternative ai grandi classici della tradizione.

Per la mise en place, abbiamo scelto il malva, una nota primaverile in un ambiente ancora caldo e accogliente (perché, lo sappiamo, Marzo sa essere molto birichino!). E tante dolci sfumature tornano anche per i dolci: graziosi Petits Fours, uova ripiene e una spumeggiante Pavlova serviti su una tavola che gioca con i fiori e che è un po' un inno allo stare insieme, al ricevere, ai momenti da condividere.

Ed eccoci alle mamme che aspettano anche questo mese uno spunto per fare festa con i loro piccoli: la dolcezza di Arlo conquisterà maschietti e femminucce. Non solo per lo scenario fantasioso della Sweet Table ma anche perché la fiaba strizza un po' l'occhio alla Pasqua con le uova di cuccioli pronte a schiudersi... Perché la sorpresa, in fondo, è ciò che rende speciale ogni piccolo evento.

UN RICCO FEBBRAIO

Star Wars, San Valentino, Carnevale.

Quanti temi da affrontare in questo numero! A partire dal grande ritorno di Star Wars: il nuovo sequel è stato così atteso e amato che non potevamo non unirci al popolo degli appassionati, celebrandolo, a nostro modo, con una Sweet Table “galattica”. Siamo certi che, nello speciale dedicato a Guerre Stellari, troverete tante idee divertenti per la prossima festa di compleanno (o anche per il Carnevale che si avvicina).

E non stupitevi se a chiedervi la torta con le spade laser o i Cupcakes di Yoda sarà il marito, fanatico della saga, o il fratellone che va matto per la fantascienza, perché Star Wars, lo sappiamo, non ha età! Per i romantici, poi, non abbiamo dimenticato il San Valentino: in questo numero le pietanze da portare in tavola per il tête-à-tête del 14 Febbraio sono davvero tante, da una semplicissima caprese tagliata a cuore, passando per pizzette e mise en bouche, ma i dolci e lo speciale senza glutine meritano un po’ del vostro tempo. In queste due sezioni, oltre a spunti culinari, vi proponiamo anche belle tavole, centrotavola deliziosi e mise en scène che risveglieranno la vostra vena creativa.

Infine, il Carnevale: dalle più classiche chiacchiere ai biscotti con le lenti colorate, fino alle maschere di frolla, che potrete anche regalare o sgranocchiare in compagnia! Insomma, in questo Da noi trovate il vostro mese in cucina, un evento dopo l’altro, perché l’idea di accompagnarvi nei momenti che più vi stanno a cuore è ciò che ci ispira di numero in numero. Ci piace pensare che quando si prospetta una festa o un invito, Da noi rappresenti la vostra risorsa, in cucina e non solo.

UNA CALZA PER TUTTI

Un piccolo capolavoro di creatività

Gennaio inizia in dolcezza con l’arrivo della Befana tanto atteso dai bambini, che nella notte dell’Epifania riempie le loro calze di leccornie e di carbone di zucchero per i più monelli. Da noi, quest’anno, la calza è un piccolo capolavoro di creatività, come potete scoprire scorrendo lo speciale Epifania a casa di Francesca e Denny, dove ognuno ha la propria calza cucita a mano e colma di biscotti decorati.

Se volete copiare l’idea, potete aggiungere qualche tocco naturale, un mandarino profumato (come facevano le nostre nonne), frutta secca, del buon croccante fatto in casa e qualche regalino anche simbolico: un quadernino per appuntare ispirazioni e per disegnare, delle matite colorate, una macchinina, il primo lucidalabbra o un bel fermaglio per le piccole donne. Infine, non dimenticate che la calza non è solo per i piccoli! Allora, perché non regalarla anche al proprio compagno, all’amica più cara, alla sorella, alla mamma o al vostro cagnolino? Oltre a qualche golosità potete aggiungere qualcosa di vintage e ricordi di Epifanie di altri tempi: una spilla di quelle che non si trovano più o un cucchiaino d’argento.

Pensate alla meraviglia che potrà destare in una persona cara questa calza colma di attenzioni. Non importa se si tratterà di oggetti di poco valore o se una lunga ricerca nei mercatini sarà finalizzata a una manciata di attimi di stupore: conta risvegliare quel desiderio di coccole e di magia che dorme in fondo al cuore di ogni adulto. Iniziamo fin da ora a riempire le calze per chi amiamo. E mettiamoci tanto, tanto cuore!

Il nostro primo Natale

Tanti, tanti auguri Da noi.

Ed eccoci a Dicembre, il mese più atteso dell’anno, anche tra le nostre pagine, quello che più di ogni altro ci coinvolge e ci riporta indietro negli anni, lasciando che i ricordi affiorino e che gioia faccia rima con tradizione e piccoli riti. Da noi, il Natale guarda con occhi affascinati alla purezza delle atmosfere del Nord, così splendenti e rarefatte, colme di piume, pizzi e argenti mercurizzati nei quali si specchiano le lucine delle candele. In questo Natale, anche il menu è semplice ma raffinato e fuori può iniziare a nevicare da un momento all’altro, tanto si sta sul divano, avvolti nella coperta bianca accanto alla stufetta in ghisa come quella sulla quale la nonna lasciava bruciacchiare castagne e bucce d’arancia.

Da noi, il Natale ha il cuore grande di una casa toscana, con il tavolo lungo che ospita tanti, tanti cari. Su questo tavolo non si finisce mai di apparecchiare perché basta una telefonata e si aggiunge ancora un posto, e per ognuno c’è un bel legatovagliolo, un cioccolatino o una cartolina vintage come quelle che addobbano il grande albero all’angolo della stanza. Su questa tavola si susseguono gli assaggi preparati da ognuno, prima dolci, poi salati, poi ancora dolci... tra un ricordo e un pacchettino, tra una chiacchierata, un giro di tombola o una partita a Mercante in fiera. Da noi, il Natale ha i riflessi argentei di un bel living milanese dove ci si ritrova all’ora del dessert per scambiarsi gli auguri e un regalino. Un cucchiaino di semifreddo (sì, proprio quello della nonna!) o una fetta di torta con i chicchi di melagrana e le amicizie riprendono spirito, i ricordi tornano in superficie e quasi vien voglia di scrivere la propria gioia sui vetri appannati come si faceva da bambini.

Da noi, il Natale è anche più semplice, se si vuole: è un alberello dentro un vasetto di Candy Canes da regalare alla collega simpatica, è un biscotto a forma di pupazzo di neve da fare con i bimbi, è un tronchetto di Natale ben riuscito da portare in tavola con gli occhi luccicanti d’emozione. È prendersi il tempo di stare sul divano a fissare le lucine dell’albero mentre ai suoi piedi la nostra cagnolona schiaccia un pisolino... Il nostro Natale somiglia al vostro, ha come teatro le vostre case e come sottofondo chiacchiere e risate delle vostre tavole. Allora, “prendete posto” tra le prossime pagine, mettetevi comodi e “assaggiate”, stilate il menu, scegliete la tovaglia più bella e... lasciatevi incantare. Tanti, tanti auguri Da noi.

Tornare bambini

Tanti sfizi per il palato

Una vellutata all’ora di cena, di quelle calde e densissime, frollini fatti in casa con le formine degli animali e un ripieno di buona marmellata al mandarino, un panino con sorpresa e, poi, una bacchetta golosa che, con la sua polvere di granelli, trasforma una zucca in carrozza, una scarpina di cristallo in biscotto, una bambola tutta pizzi e voile in una bellissima torta da far sgranare gli occhi anche a bambine che da tempo non lo sono più...

Questo mese abbiamo voluto coccolare la nostra parte “infantile”. E lo abbiamo fatto alla nostra maniera: concedendoci tanti sfizi per il palato. Molte sono ricette semplici e, proprio per questo, ancorate ai ricordi, tante altre hanno la dolcezza della zucca o della castagna, il profumo del tartufo o del caramello. Soprattutto, non manca la magia, da quella di un pomeriggio tra amiche con le mani in pasta a quella “glitterata” di una fiaba romantica, come Cenerentola.

A voi scegliere i dessert, i menu e le atmosfere che preferite. Provate i dolci della tradizione o quelli della fiaba, gustate una crema profumata di montagna o una che riaccenda il ricordo del mare nella penombra di una sera autunnale. Da noi il Novembre è magico.

Bentornato autunno

Funghi, cavolo nero e castagne

La natura inizia a imbiondire, le mattine si fanno umide e i pomeriggi pigri,
i passi hanno il rumore delle foglie cadute o delle prime piogge: nostalgico
e odoroso d’autunno, Ottobre è forse il mese più dolce dell’anno. Con la sua mitezza lentamente ci congeda dall’estate, offrendoci nuovi frutti da cucinare adagio, magari riscoprendo il tradizionale ausilio del camino o della stufa a legna. È questo il mese dei funghi, del cavolo nero e delle castagne. E se i piccoli borghi festeggiano con eventi e sagre le primizie d’autunno, anche in casa il menu si adegua di buon grado.

Tornano i risotti odorosi di porcini e vino rosso, riscopriamo le carni e la polenta, impastiamo biscotti di frutta secca mentre vanno a fuoco lento zuppe e minestroni. Ecco, allora, un Da noi profumato di Ottobre, con tanto di ambienti caldi e “coccolosi” e di merende casalinghe.

Infine, non abbiamo dimenticato la birra, compagna fedele di cibi “ricchi” e saporiti, come arrosti di maiale, crauti e altre goliardiche pietanze. Insomma, abbiamo voluto portare tra queste pagine il nostro Oktoberfest perché, in fondo, ce lo insegnano proprio i riti e le tradizioni popolari, ogni cambio di stagione che si rispetti deve essere festeggiato anche a tavola, un inno alla natura e alla sua generosità.

Rientro in dolcezza

Settembre, il mese degli inizi

Forse più di Gennaio, Settembre è considerato il mese degli inizi. Il grande “rientro” è associato alla ripresa della scuola, a nuovi progetti da concretizzare, al lavoro che ricomincia con un pieno di buoni propositi e iniziative da mettere in cantiere.

Per dirla con un’espressione che va di moda, Settembre è il mese “start upper” e, in quanto tale, ci piace affrontarlo con grinta e rinnovata energia. Ebbene, Da noi non vuole fare eccezione, pur tuttavia il nostro rientro è volutamente “slow”, con un passo verso la stagione in arrivo e un altro in quella appena trascorsa, perché, lo sappiamo bene, a Settembre la voglia di mare non è ancora passata, l’estate è ancora lì, più tiepida e birichina forse, ma non del tutto finita. E anche quanti hanno spuntato definitivamente la voce “vacanze” dall’agenda del 2015, hanno ancora sulla pelle, negli occhi e nel cuore ricordi profumati di sole, lunghe serate con gli amici, panorami mozzafiato e voglia di leggerezza.

Per questo il nostro Da noi settembrino si concede ancora qualche pagina estiva, proponendovi uno speciale sui piatti assaporati in vacanza che potrete riassaggiare nei mesi a venire, e alcune prelibatezze ai fiori di zucca, così buoni e appetitosi da accompagnarvi in uno degli ultimi week end al lago o al mare. Quanto all’autunno che bussa timidamente alla porta, accogliamolo con dolcezza: tra le pagine tante ricette con uva e fichi, senza tralasciare colorate golosità per i piccoli scolari che si preparano al nuovo anno. Buon inizio a voi tutti!

Mare, montagna e poco altro

Tempo d 'estate in Esselunga

Il bello di realizzare un numero estivo ispirato al mare è che la produzione dei reportage avviene in primavera, quando le spiagge sono deserte, il sole è ancora tiepido e l’acqua è mossa abbastanza da rendere ogni foto più sognante ed evocativa. Certo, il vento non aiuta il lavoro di styling, le tovaglie indisciplinate si gonfiano come vele e la sabbia si caccia dappertutto, non c’è cibo che non ne risulti un po’ imperlato. Ma il piacere di fotografare en plein air con lo sfondo del cielo turchino, lo sciabordio del mare al posto dei rumori cittadini e quella ricerca di piccoli tesori lungo il bagnasciuga, rendono sopportabile qualche fastidio.

Ci piace pensare che arrivi anche a voi questo cambio di “set”, che l’atmosfera tra le pagine risulti effettivamente ariosa, limpida e leggera come al momento dello scatto, che l’azzurro dell’acqua sia davvero riuscito a stemperare i colori, sfumando la realtà circostante per restituirvi degli attimi di pace e un’appagante sensazione di relax. Anche le ricette sono state formulate per non stare ore in cucina, giusto il tempo che serve per metter su una cenetta sulla spiaggia, un semplice pranzo in terrazza o un allegro picnic da condividere con i più piccoli.

E per coloro che al mare preferiscono la montagna, abbiamo pensato un menu a tema “chalet”. Senza rinunciare alla stessa sensazione paradisiaca, alla calma e al silenzio carico dei profumi della natura. Perché, mare o montagna, l’estate ha bisogno solo di questo. E della compagnia giusta. Buone vacanze a voi tutti. Da noi torna a Settembre sempre ricco di spunti creativi in cucina e belle tavole.

VOGLIA DI CAMPAGNA

DALLE BRUSCHETTE AL DOLCE

Eccoli qui, i giorni pigri, che annunciano la fine dell’anno scolastico e l’inizio di un’estate tanto sospirata. Tra qualche settimana le cartelle pesanti lasceranno il posto a leggerissimi zainetti e sarà finalmente tempo di vacanze: ritroveremo l’aria buona della casa di campagna, le passeggiate in bicicletta e lunghi pomeriggi di dolce far niente. Per molti questo è solo un ricordo d’infanzia, per altri più fortunati una piacevole realtà, per la maggior parte un sogno. Di certo, dopo un lungo inverno il desiderio di svago e di natura accomuna grandi e piccini, così come la voglia di pasti semplici e genuini, di insalate colorate da gustare all’aperto e di dolci da assaporare con calma.Che la vostra idea di campagna sia un luminoso soggiorno affacciato su un bel terrazzo (come a casa di Monica), un tinello fresco e romantico (al modo di Diana) o una vecchia casa in pietra circondata da un giardino di rose e bossi, in questo numero troverete il vostro “momento” di evasione e di ispirazione.

Deliziatevi con uno dei tanti dolci alle ciliegie che abbiamo preparato per voi, portate in tavola la freschezza del melone, invitate gli amici a condividere una serata a base di croccanti bruschette preparate con verdure di stagione. Quanto ai piccoli scolari, per loro, messi da parte i libri, c’è la casetta in giardino, quella che durante l’inverno si riempie di attrezzi e cianfrusaglie, ma che d’estate, con una mano di rosso e un paio di tendine, si trasforma in magico rifugio dove rintanarsi per giocare, fare merenda e lasciare liberi i sogni.

Rose e cerimonie

Il party delle rose. Dolce e salato tra i petali

È il tempo delle rose, delle feste in famiglia, delle cerimonie. Maggio ci viene incontro con il suo profumo pieno e le mattine soleggiate che bussano alle finestre della scuola o dell’ufficio chiedendo qualche momento di distrazione: una passeggiata, un giro in bicicletta, una pausa pranzo all’aperto. Usciamo, allora, cambiamo itinerario per andare da casa al lavoro, perché scopriremo che la natura ha fatto miracoli: un giardino è rinato, un’aiuola è stata “adottata”, un fiordaliso è spuntato in mezzo al nulla quasi a volerci mostrare inaspettati angoli di purezza proprio sotto i nostri occhi.

E con rinnovata energia, riscopriamo anche il piacere di stare insieme, di festeggiare un evento in famiglia, concedendoci qualche piccolo lusso culinario. Coinvolgiamo amiche, cugine, sorelle, riprendiamo una vecchia ricetta o mettiamoci alla prova con qualche novità: in questo numero ne abbiamo raccolte tantissime, dagli spuntini salati ai dolci, dalle specialità estere ai classici da grandi occasioni. Scegliamo il piacere raffinato di un buffet di soli formaggi o l’eleganza senza tempo delle rose, regine del nostro menu di Maggio. Perché, per dirla con Gertrude Stein, “una rosa, è una rosa, è una rosa”. Come si può sbagliare?

...Pasqua con chi vuoi!

Pranzo di Pasqua a tinte pastello

C’è un momento dell’anno in cui lentamente scompare il desiderio di “qualcosa di caldo”, una zuppa, un brodo, una cioccolata da sorseggiare e, d’un tratto, vien voglia di un’insalatina fresca, di un frutto succoso, di una vellutata tiepida. D’istinto, cerchiamo in credenza piatti dai toni pastello, dal verde salvia al turchese, per dare maggior risalto ad asparagi, pisellini freschi, croccanti ravanelli e saporitissimi carciofi. Quel momento è ora: è ad Aprile che si azzarda un primo invito a “mangiar fuori”, un picnic fuori porta, una pausa pranzo nel parco a due passi dall’ufficio. Quando la Pasqua è nell’aria, si comincia ad accogliere con gioia la prospettiva di alleggerirsi e di alleggerire quello che mangiamo, lasciando campo libero alle primizie.

Così, in questo numero, anche noi abbiamo diluito la nostra palette abituale. Ci siamo lasciati tentare dal rosa pallido, dal verde acqua e dal malva appena accennato, per fare da sfondo a tenere insalatine come a verdure fragranti e golose (provate i nostri carciofi alla giudìa!), ma anche a carni farcite e a deliziosi rotolini di frittata. E per la Pasqua, vi abbiamo preparato un raffinato menu con finale alla “francese”, senza dimenticare le uova di cioccolato ripiene di dessert: portarle in tavola sarà... un’autentica sorpresa! E se al tradizionale pranzo di famiglia preferite un pasto in piedi tra amici, sfogliate la sezione “Altri stili” che, per questo numero, interpreta un buffet da condividere con vegani, vegetariani, fanatici della dieta e buongustai. Con le nostre ricette potete estendere a chiunque l’invito, perché, si sa, Pasqua è rigorosamente... “con chi vuoi”!

Un mese coi baffi

Grandi classici che piacciono a tutti: Krapfen, bignè e torta mimosa. Festa del papà: un menu da leccarsi i baffi!

Marzo, mese timido e incerto. A volte ancora invernale, con le sue nevi tardive o il freddo pungente, altre volte così primaverile, con le giornate luminose, le fioriture anticipate, le giacche a vento leggere e i pomeriggi che sembrano fatti apposta per liberare gli aquiloni. Eppure Marzo ci piace così, perché, clemente o rigido che sia, è il mese che si porta via l’inverno e ci traghetta verso la bella stagione.

Ogni sua giornata grigia potrebbe essere l’ultimo, ostinato freddo prima del tiepido calore della Primavera, che si annuncia con un mazzolino di mimose e con tanti nuovi sapori da portare in tavola. Per rendere più colorata e fresca l’ora dei pasti e per suggerirvi qualche accostamento insolito noi vi proponiamo peperoni, finocchi e kiwi; lasciatevi tentare anche dai porri, dai primi asparagi o dai carciofi che vi accolgono con la loro fragranza all’ingresso dei nostri punti di vendita.

Infine, non perdete l’occasione di onorare con un bel pranzetto le giornate speciali di Marzo, come la Festa della donna o l’equinozio di Primavera, senza dimenticare una festicciola per tutti i papà, per la quale abbiamo pensato un menu a base di grandi classici profumati di zafferano e conditi con un pizzico di humor. Insomma, un pranzetto concreto e gustoso, come piace a tutti i papà del mondo.

Da Noi

E’ arrivato DA NOI, la nuova rivista mensile di Esselunga che sostituisce il News

Il crescente interesse per ciò che mangiamo, per la selezione consapevole dei cibi e la preparazione di ricette buone e genuine non poteva lasciare indifferenti noi di Esselunga che, da sempre, abbiamo l’obiettivo di portare sulle vostre tavole quella qualità che è alla base del mangiar bene.

È con piacere, quindi, che vi presentiamo Da noi, una nuova rivista mensile che si propone di sostituire il vecchio News, trattando principalmente di alimentazione e di tutto ciò che vi ruota intorno, riavvicinando noi tutti all’atto del cucinare, inteso non come un monotono dovere quotidiano, ma come un momento stimolante e creativo, oltre che
 un’occasione da condividere.

Ogni mese, un’ampia sezione di ricette sarà dedicata ai prodotti di stagione che ritroverete, puntuali e freschissimi, nei nostri supermercati. Vi proporremo dei grandi classici della cucina italiana ed estera, ma anche ricette originalissime per tutti i palati e gli stili alimentari: non abbiamo dimenticato i vegani, né chi segue un’alimentazione priva di glutine; una particolare attenzione è poi dedicata ai bambini. Non mancano, inoltre, spunti e ricette per portare a tavola
i prodotti freschi Esselunga.

Infine, in ogni numero troverete un redazionale a tema, con tanti spunti per elaborare menu gustosi e guarnire la tavola con stile. Non sarà un compito facile, poiché la rivista diventa specifica e affronterà un argomento tanto vasto quanto delicato, ma ci auguriamo di avere la vostra approvazione e il vostro supporto e, come sempre, faremo del nostro meglio. Iniziamo con San Valentino, l’occasione migliore dell’anno per riscoprire il piacere di cucinare con amore.


Buona lettura e buon appetito!

Errore

Servizi momentaneamente non disponibili

OK

OK

Copyright © 2016 Esselunga S.p.A. Tutti i diritti riservati - P.Iva: 04916380159